Gli ottimisti muoiono prima

Susin Nielsen
Gli ottimisti muoiono prima
Editrice Il Castoro 2017
Traduzione di Claudia Valentini
pagine 262
Prezzo di copertina: € 15,50

Narrativa dai 13 anni

 

 

 

 

 

Essere ottimisti non è conveniente, anzi è proprio da incoscienti. Imperativo categorico, mai rilassarsi troppo. Questo è quello che pensa Petula, che vive sempre sul chi va là, attenta ad evitare rischi fisici ed emotivi, a tenere sotto controllo ogni possibilità di dolore. Lei che dal dolore è stata sopraffatta quando meno se l’aspettava, quando a 10 anni era ancora convinta che si può essere felici. Poi la tragedia. E il senso di colpa che non le dà tregua. Anche se tutti cercano di convincerla che non è stata colpa sua. Anche se la costringono a seguire una terapia di gruppo. Petula sopravvive alla vita, chiusa a bozzolo dentro i suoi quattordici anni, restia alle relazioni, alle amicizie a cui non crede più. Eppure qualche spiraglio c’è nella corazza che si è creata e suo malgrado  qualche emozione riesce a incunearsi. Lasciarsi andare è rischioso ma forse si può tentare. Forse merito di Jacob, l’uomo bionico, con la sua passione dei video o anche di Ivan che è sempre arrabbiato, o persino di Koula che nasconde se stessa dietro gli insulti.
Tutti personaggi vivi, intensi, guardati in profondità. Una storia coinvolgente, una scrittura limpida. Un libro intelligente e acuto.

Mariapia De Conto

 

Acquista il libro su goodbook.it

o prenota la tua copia scivendo a libreriabaobab@gmail.com